Sintomi della pertosse

Sintomo

Malattie e sintomi

Informazioni generali sui sintomi della pertosse

Questa pagina tenta di fornire un elenco di informazioni su alcuni dei possibili sintomi della pertosse. Queste informazioni sui sintomi sono state ottenute da varie fonti e potrebbero non essere del tutto accurate. Non si tratta di un elenco completo dei sintomi della pertosse.

Immagine di pertosse

Inoltre, i sintomi della pertosse può variare individualmente in ogni paziente. Si consiglia di consultare il medico se si notano i primi sintomi della pertosse come solo il medico può fornire una diagnosi accurata dei sintomi con precisione.

La pretosse è una malattia respiratoria fortemente contagiosa causata dal batterio Bordetella pertussis. Può colpire persone di tutte le età, ma è più comune tra i bambini. Tra gli adolescenti e gli adulti i sintomi sono lievi, mentre nei bambini minori di 1 anno i sintomi possono essere particolarmente gravi. La pretosse colpisce le donne e gli uomini, anche se non si conosce esattamente la ragione.

La malattia 菏 caratterizzata da gravi spasmi di tosse, seguiti da affano che assomiglia a un "fischio". In linea generale, si trasmette quando la persona infettata tossisce e starnutisce. Se la malattia è grave, può essere necessario l'ingresso in ospedale. In casi isolati, tale condizione può essere mortale.

Normalmente, ogni 3-5 anni compaiono dei germi di pretosse. Per questo motivo è importante vaccinarsi contro la pretosse. Questo vaccino svolge un ruolo importante nella riduzione della diffusione della malattia.

Come si trasmette la pretosse da una persona all'altra?

Si diffonde attraverso il contatto con le secrezioni orali o le microgocce respiratorie. Quindi è facilmente trasmissibile attraverso la tosse, soprattutto quando le persone hanno un contatto intimo e diretto. Un esempio di contatto intimo sono le persone che convivono in una stessa casa con una persona con pretosse. Questa malattia respiratoria si può diffondere attraverso gli starnuti, ciò attraverso le secrezioni respiratorie.

Chi è esposto a un maggior rischio di pretosse?

I neonati sono il gruppo con maggior incidenza di casi di pretosse. Inoltre, questo gruppo  esposto a un maggior rischio di complicazioni nel caso di contrazione della malattia. La maggior parte dei casi che terminano con la morte, si producono in neonati minori di 6 mesi, soprattutto se troppo piccoli per aver ricevuto il vaccino.

Trattamento della pretosse

La pretosse 菏 un'infezione batterica, quindi si può curare con antibiotici. Generalmente, se curata con eritromicina o con antibiotici della stessa famiglia. Il paziente deve prendere l'eritromicina per 2 settimane.

Quando si ricettano antibiotici, si devono prendere fino alla fine della cura raccomandata. Ciò 菏 importante per varie ragioni. Se il pediatra prescrive gli antibiotici 菏 importante che il neonato prenda le dosi il tempo sufficiente per sviluppare e mantenere i livelli adeguati di antibiotici nel sangue con lo scopo di debellare l'infezione. L'omissione di una dosi o l'improvvisa interruzione, può a volte dar luogo a una ricaduta. È anche importantissimo portare a termine la cura, perchè cominciando a prendere antibiotici e poi sospenderli, vuol dire promuovere la resistenza dei batteri agli antibiotici.

Segni e sintomi della pretosse

La pretosse colpisce il tratto respiratorio superiore, provocando l'infiammazione e il danneggiamento delle vie respiratorie. Ciò provoca un'eccessiva produzione di mocosità che a sua volta irrita il tratto respiratorio e provoca la tosse caratteristica di questa malattia.

I sintomi della pretosse seguono normalmente un ciclo che dura qualche settimana. Ci sono tre varie fasi:

Prima fase (stadio catarrale), durata di 1 o 2 settimane:

  • Perdita d'appetito.
  • Febbre lieve.
  • Lacrimazione e secrezione nasale.
  • Fatica.
  • Starnuti.
  • Tosse irritante (soprattutto la notte).

I sintomi di questa fase spesso assomigliano a quelli del raffreddore o quelli di una bronchite lieve.

Seconda fase (stadio parossistico), dura di norma tra 1 e 6 settimane, e fino a 10 settimane in alcuni casi:

  • Gravi spasmi di tosse.
  • Un "fischio" acuto all'inalare dopo la tosse (questo "fischio" può non presentarsi nei bambini piccoli).
  • Vomiti o diventare azzurri a causa della grave tosse o all'ostruzione delle mucose.

Gli spasmi caratteristici di tosse di questa fase possono essere provocati da varie cose, come ad esempio il pianto, l'alimentazione, l'iperattività o il fumo. Quando è possibile, 菏 importante poter evitare l'esposizione a fattori potenziali che possano provocare la tosse spasmodica.

Terza fase (stadio della convalescenza), può durare qualche mese:

  • In queste settimane i sintomi spariscono. Anche mesi dopo l'infezione iniziale, quando il paziente prende un'altra infezione respiratoria, la pretosse può provocare un ritorno degli spasmi della tosse.

Elenco dei sintomi della pertosse

L'elenco dei principali sintomi della pertosse, da diverse fonti, tra cui:

Sintomi simili a la pertosse

Qui di seguito potete vedere i link per la salute o la malattia Stati che hanno alcuni sintomi simili a della pertosse. Cliccando sull'immagine o sul link qui sotto potrete vedere ulteriori informazioni su queste malattie o condizioni di salute e sintomi.