Sintomi della sifilide

Sintomo

Malattie e sintomi

Informazioni generali sui sintomi della sifilide

Questa pagina tenta di fornire un elenco di informazioni su alcuni dei possibili sintomi della sifilide. Queste informazioni sui sintomi sono state ottenute da varie fonti e potrebbero non essere del tutto accurate. Non si tratta di un elenco completo dei sintomi della sifilide.

Immagine di sifilide

Inoltre, i sintomi della sifilide può variare individualmente in ogni paziente. Si consiglia di consultare il medico se si notano i primi sintomi della sifilide come solo il medico può fornire una diagnosi accurata dei sintomi con precisione.

La sifilide 菏 una malattia di trasmissione sessuale causata dal batterio Treponema pallidium. L'infezione è generalmente di trasmissione sessuale e in questo caso  denominata sifilide vererea. Può anche essere trasmessa dalla madre al figlio al momento della nascita e viene quindi denominata sifilide congenita.

La sifilide è stata poco comune fino alla diffusione dell'uso della penicillina negli anni '50, anche se le statistiche globali mostrano che ogni anno ci sono circa 10 milioni di nuove infezioni.

La sifilide si sviluppa in quattro fasi, ognuna con sintomi diversi.

Prima fase della sifilide

Nella prima fase della sifilide si sviluppa una piaga (taruolo) che 菏 indolore nel punto in cui il batterio è entrato nel corpo. Normalmente ciò succede nelle 3 prime settimane successive all'esposizione, ma può anche avvenire dai 10 ai 90 giorni dopo. Nella prima fase la malattia è altamente contagiosa.

Seconda fase della sifilide

La seconda fase della sifilide 菏 caratterizzata da un'eruzione che compare dalle 2 alle 8 settimane dallo sviluppo del taruolo e, a volte, prima che si curi. Ci possono essere anche altri sintomi che indicano che l'infezione si è estesa ad altre parti del corpo. Una persona con sifilide 菏 altamente contagiosa durante la seconda fase.

Normalmente, l'eruzione si propaga su tutto il corpo, anche sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi.

  • In linea generale, l'eruzione consiste in piccole piaghe della pelle di color marrone rossiccio, piatte o elevate con un diamento di 2 cm. Questo tipo d'eruzione può però assomigliare ad altri problemi più comuni della pelle.
  • Possono esserci piccole ulcere aperte nelle membrane mucose. Ci sono anche ulcere che contengono pus o piaghe umide che assomigliano alle verruche (chiamate condyloma lata).
  • Nelle persone di pelle scura, le ulcere sono normalmente di un colore più chiaro rispetto al colore della pelle.

L'eruzione della pelle si cura normalmente in 2 mesi da sola e senza lasciare cicatrici. Dopo la cura, può succedere che la pelle si scolorisca anche nonostante il fatto che la pelle si sia curata. In questo caso la sifilide  ancora presente e può essere trasmessa.

Fase latente della sifilide

Se non si cura, una persona infettata passerà alla fase latente (nascosta) della sifilide. Si parla di fase latente a partire da un anno dall'aver contratto la malattia. Dopo che l'eruzione nella seconda fase sia sparita, la persona non ha sintomi per un po' di tempo (periodo di latenza). Il periodo di latenza può essere breve come 1 anno o durare tra i 5 e i 20 anni.

In questa fase, spesso si può fare una diagnosi solo attraverso delle analise del sangue, lo storico di una persona o la nascita di un bambino con sifilide congenita.

Una persona è contagiosa durante la prima parte della fase latente e può anche essere contagiosa durante il periodo di latenza, quando non ci sono sintomi evidenti.

Ricadute

Circa il 20 o 30% delle persone con sifilide hanno una ricaduta dell'infezione durante lo stato latente. Una ricaduta significa che la persona con sifilide che non aveva più sintomi, comincia ad averne di nuovo. Le ricadute possono avvenire varie volte.

Quando non ci sono più ricadute, una persona non 菏 più contagiosa via contatto, ma una donna in fase latente della sifilide la può trasmettere al feto e avere un aborto spontaneo, morte fetale o dare alla luce un bambino con sifilide congenita.

Terza fase della sifilide (tardiva)

Questa 菏 la fase più distruttiva della sifilide. Se non viene curata, la terza fase può cominciare un anno dopo l'infezione o in qualsiasi momento della vita di una persona. Una persona con sifilide non dovrebbe mai giungere a questa fase della malattia.

Durante questa fase, la sifilide può causare problemi molto seri ai vasi sanguigni e al cuore, disturbi mentali, cecità, problemi al sistema nervoso e addirittura la morte. I sintomi della terza fase (tardiva) della sifilide dipendono dalle complicazione che si sviluppano.

Sifilide congenita

La sifilide congenita si riferisce alla sifilide trasmessa dalla madre al neonato durante la gravidanza o il parto. Alcuni paesi raccomandano fortemente tutte le donne incinta a effettuare il test della sifilide, a causa delle gravi conseguenze di essere infette durante la gravidanza o di avere un bambino affetto da sifilide congenita. Questo test si deve fare:

  • Nella prima visita prenatale di tutte le donne incinta.
  • All'inizio del terzo trimestre di gravidanza e nuovamente al parto per quelle donne con un alto rischio di contagio da sifilide.

La sifilide congenita aumenta il rischio della morte del feto e le complicazioni mediche dei neonati. La sifilide entra nel sistema sanguigno del feto attraverso la placenta, provocando l'infezione nel neonato o la sua morte.

Visto che ci sono altre infezioni con sintomi simili, un buona diagnosi 菏 fondamentale per la sua cura.

Diagnosi della sifilide

Per sapere se una persona è affetta da sifilide, il medico porterà a termine i seguenti esami o test:

  • Si prende una mostra di sangue e si invia a un laboratorio di MTS (malattia di trasmissione sessuale).
  • Si prende una mostra dei fluidi di tutte le piaghe usando un issopo di cotone e si esaminano al microscopio.
  • Si esamina l'area genitale per individuare qualsiasi segno della prima fase della sifilide. Si controlla anche il resto del corpo.
  • Alle donne si realizza anche un esame interno per vedere se ci sono piaghe.
  • Si prende una mostra di urina.

Nessuno di questi esami 菏 doloroso, ma possono essere un po' sgradevoli. Le mostre di sangue prese dal medico si esaminano in laboratorio al microscopio per confermare la diagnosi. La mostra di sangue può essere utilizzata per fare vari esami. La più comune e la meno cara 菏 quella che cerca gli anticorpi che l'organismo genera per lottare contro la malattia.

Gli esami si possono realizzare quando una persona crede che possa esser stata infettata dalla sifilide. Se il risultato 菏 negativo, si raccomanda alla persona di rifare la prova posteriormente, visto che il sistema immunitario può tardare fino a 3 mesi per sviluppare gli anticorpi che si cercano di individuare con il test.

Trattamento della sifilide

Il trattamento della sifilide consiste in un processo di due settimane di iniezioni di penicillina intramuscolare o, in alcuni casi, di pastiglie d'antibiotici. Se il paziente ha avuto la sifilide per meno di un anno, saranno necessarie meno dosi. Se il paziente è allergico a qualche antibiotico o si tratta di una donna con probabilità di essere incinta, si deve informare il medico per poter prescrivere una medicazione alternativa. é importante seguire il ciclo completo del trattamento. Se viene interrotto, può essere necessario cominciarlo dall'inizio.

Al paziente verranno poste delle donne sui suoi partners sessuali visto che  importante che vengano informati e che facciano il test il prima possibile. È raccomandabile evitare qualsiasi rapporto orale, vaginale o anale mentre si fa la cura, soprattutto se il paziente è nelle prime fasi della sifilide. Il contatto con le piaghe o le eruzioni facilita il rischio di trasmissione della sifilide.

Alla fine del trattamento, si chiederà al paziente di recarsi in clinica a intervalli regolari per effettuare le analisi del sangue per verificare che la sifilide sia stata debellata.

Quando si conferma che una persona è stata curata ed  libera dalla sifilide, le future analisi del sangue saranno sempre positive in quanto il corpo trattiene gli anticorpi contro i batteri. I medici possono dare un certificato che attesta la cura definitiva della sifilide.

Il trattamento può solo uccidere i batteri della sifilide e prevenire danni maggiori. Il danno arrecato agli organi non può essere riparato. Bisogna informare che la persona può essere di nuovo infettata se a contatto con i batteri.

Elenco dei sintomi della sifilide

L'elenco dei principali sintomi della sifilide, da diverse fonti, tra cui:

Sintomi simili a la sifilide

Qui di seguito potete vedere i link per la salute o la malattia Stati che hanno alcuni sintomi simili a della sifilide. Cliccando sull'immagine o sul link qui sotto potrete vedere ulteriori informazioni su queste malattie o condizioni di salute e sintomi.